Vit. D, Calcio e bassa mortalità.

Uno studio pubblicato in Archives of Internal Medicine il 23 Giugno
mostra, pr la prima volta, un legame diretto tra i livelli di Vit. D
negli anziani e la loro mortalità.
Gli studiosi ritengono che il 50-60% degli anziani in Nord Amrica e
nel resto del mondo non hanno livelli di Vit. D soddisfacenti. E
lovelli di vitamina D insuficienti aumentano il rischio di morte tra
il 33% e il 54%.
Questo non è il primo studio che indica l’utilità della Vit. D nel
prevenire tutta una serie di patologie e nel ridurre la mortalità
complessiva. Questa vitamina costa molto poco; in particolare, se si
guarda al costo dei farmaci più moderni è quasi gratuita. Non ci sono
scuse perché l’uso di supplementi di Vit. D non si diffonda.
http://www.futurepundit.com/archives/005309.html
Inoltre, altri studi mostrano come la supplementazione con il calcio
riduca la possibilità di fratture nelle persone sane del 72% (1.200 mg
di calcio pari a 800 cc di latte ogni giorno). In pratica, del gruppo
che riceveva la supplementazione nessuno è stato soggetto a fratture
per attività di vita "normali" (camminare, stare in piedi, etc.)
mentre le fratture dovute ad attività eccezionali (correre, fare
sport, cadere, etc.) si sono ridotte notevolmente.
http://www.futurepundit.com/archives/005302.html
Inoltre, una dieta che fornsca una quantità adeguata di calcio sembra
riduca la propensione ad aumentare di peso, facilita la perdita di
peso e riduce se non annulla la facilità con cui si recupera il peso
perduto.
Questi sono due esempi, molto banali di come si potrebbe ridurre
notevolmente, nel lasso di pochi anni, la spesa sanitaria nei paesi
più industrializzati. In questo modo si libererebbero risorse per la
ricerca e l’innovazione tecnologica o per mantenere "La Casta". Ma
questo è un’altro discorso.

Il 1000 Genome Project

Il 1000 Genomes Project ha l’obiettivo di produrre una mappa delle variazioni del genoma umano che sono comuni a più dell’1% della popolazione umana del mondo.
Questo progetto sarà, nei prossimi mesi il campo di battaglia tra i prodotti di Roche, Applied Biosystem e Illumina.
L’obiettivo è di dimostrare il valore dei rispettivi prodotti ai grossi laboratori istituzionali, che saranno i futuri clienti di questi sistemi e quindi di accaparrarsi il lucrativo mercato dei test genetici che nei prossimi anni si svilupperà.
Le tre aziende hanno la possibilità di acquisire un notevole vantaggio sulla concorrena occupando per primi il mercato.
Partecipando tutte e tre al progetto, le aziende si trovano a giocare su un terreno neutrale, dove dovranno dimostrare l’accuratezza, la velocità e l’economicità delle loro soluzioni ai clienti futuri.

Genetic Future: The 1000 Genomes Project: battle-ground for next-gen sequencers

Growth in commercial disease gene tests

 

Progressi tecnologici agli estremi confini della visione

Alcune notizie mostrano una serie di promettenti progressi verso una diminuzione dei costi ed un aumento delle prestazioni nelle tecnologi dedicate alla visualizzazione:

1) Microwaves from silicon chips? | Emerging Technology Trends | ZDNet.com

Questo sviluppo permetterebbe di far produrre microonde direttamente dai chip di silicio; la consegenza sarebbe di poter costruire strumenti diagnostici che utilizzano le microonde al posto dei raggi X per scopi medici e di sicurezza (e probabilmente molti altri ancora). E, se si possono produrre dei chip, questo significa anche che questi strumenti si possono rendere più piccoli e meno costosi.

2) Nanoscale microscope on a chip | Emerging Technology Trends | ZDNet.com

Questo altro sviluppo permetterebbe, in pochi mesi, di produrre dei microscopi elettronici su un singolo chip di silicio. Questo permetterebbe di ridurre notevolmente il costo dei microscopi elettronici (da 4 milioni di sterline a 100.000 sterline, una riduzione di 40 volte dei costi) e di aumentarne di varie volte la sensibilità. Questo sviluppo permetterebbe di diffondere l’uso della microscopia elettronica anche per scopi che adesso non sarebbero economici; ad esempio, ogni laboratorio ospedaliero potrebbe permettersene uno; ogni università potrebbe permettersene uno o più di uno da dedicare alla didattica. Una volta prodotti su chip, il prezzo dei microscopi elettronici potrebbe iniziare a ridursi in modo simile al prezzo delle CPU.

WhiteKnightTwo uscirà dall’hangar il 28 di Giugno

Ma i test di volo non cominceranno prima di agosto. Il veicolo servirà per lanciare in orbita la SpaceShipTwo.

Personal Spaceflight » White Knight 2 rollout on July 28

RLV and Space Transport News » ISDC 2008 – Thursday Morning – Session 1: Virgin Galactic

Al link le note della presentazione fatta da Will Whitehorn of Virgin Galactic

Alcune notizie degne di nota:

  1. l’addestramento a terra mostra che il 94% dei clienti potenziali della Virgin Galactic può volare senza problemi di salute, e che alcune persone di 80 anni hanno passato i test.
  2. Se lo SpaceShipTwo ha successo, sarà sviluppato lo SpaceShipThree in grado di raggiungere l’orbita terrestre.
  3. Lo sviluppo dello SpaceShipOne (SS1) è costato 30 milioni di $, quello dello SpaceShipTwo (SS2) sarà intorno ai 250 Milioni di $.

Una Singolarità minore: due livelli di cambiamento tecnologico accellerato

Brian Wang, riprendendo Tyler Cowan di Marginal Revolution, ha scritto un interessantissimo articolo sulla rapidità di crescita economica e come questa sia legata e sia un indicatore della rapidità di crescita tecnologica e quindi un indice dell’avvicinarsi di una Singolarita Tecnologica.

Una Singolarita Tecnologica può prodursi, per definizione, quando si costruisce una intelligenza artificiale in grado di automigliorarsi oppure quando il progresso tecnologico subisce una enorme accellerazione (e le due cose sono per molti aspetti sovrapponibili).

Se osserviamo la crescita economica mondiale, possiamo vedere che mediamente è cresciuta del 4-5% all’anno nell’ultimo secolo, con un raddoppio della dimensione dell’economia globale ogni 15 anni. Nei secoli passati la crescita era molto inferiore rispetto ad ventesimo secolo, e quindi il tempo necessario per raddoppiare le dimensioni dell’economia mondiale era molto superiore.

Ogni volta che una tecnologia viene sviluppata e ampiamente adottata per i suoi vantaggi in termini di maggiore produttività o risparmio di risorse, questo comporta una crescita della produttività generale e quindi una crescita dell’economia. Il passaggio da una società agricola ad una società artigianale e poi industraile ha comportato un miglioramento della produttività individuale e di conseguenza un miglioramento del reddito delle persone che sono passate ad un lavoro più redditizzio. Una larga parte del mondo ha compiuto questo passaggio da pochi decenni (Italia, Grecia, Giappone, per esempio) o lo sta ancora compiendo (Cina, India) e altri non hanno neanche cominciato (praticamente tutta l’Africa e parte dell’Asia e dell’America Latina).

Una crescita dell’economia del 5% annuo comporta una crescita del reddito di 204 volte in 108 anni. Questo significa che mediamente ogni abitante di una nazione industrailizzata è 200 volte più ricco di quanto sarebbe stato se fosse nato nel 1900. Se la crescita economica dovuta al miglioramento tecnologico continuerà in futuro grazie ai progressi della tecnologia, potremmo avere un tasso di crescita annuale del 10% o più ogni anno. E la Cina è stata in grado di mantenere un simile tasso di crescita per parecchi anni (con un record del 12%). La Cina aveva il "vantaggio" di partire da zero e doversi principalmente preoccupare di introdurre le tecnologie avanzate già sviluppate dagli altri paesi industrializzati. Ma se i progressi tecnologici e scientifici permetteranno di raccogliere dati più velocemente e a prezzi inferiori e poi di analizzarli in maniera accellerata, anche il tasso di crescita dei paesi già avanzati potrebbe crescere di conseguenza a ritmi del 10-20% all’anno. Una crescita del 10% annuale, composta per 7 anni, implica il raddoppio del reddito disponibile, su 25 anni comporta il decuplicarsi del reddito pro-capite. I cinesi, infatti, in media hanno un reddito 5-7 volte più elevato che rispetto a 25 anni fa.

Queste proiezioni possono essere falsificate anche se ci sono importanti scoperte ed invenzioni che vengono introdotte, se l’ambiente sociale,legale e politico limitano la loro adozione o la deprimono. Ad esempio, con tasse elevate, leggi liberticide, divieti inutili ed assurdi, regalie insostenibili.

L’Italia ha un problema in comune con il resto dell’Europa: scarsa crescita economica. L’Italia lo ha solo più grande, ma anche il resto dell’Europa non è messo bene (a parte i paesi dell’Est che stanno rifacendosi del tempo perduto sotto il giogo comunista). Se vogliamo poter godere dei frutti del progresso tecnologico, la crescita economica è fondamentale. Non c’è progresso tecnologico senza crescita economica e viceversa. I problemi di povertà si risolvono con la crescita economica.

Il futuro prossimo ci promette molte tecnologie in grado di far crescere l’economia mondiale in modo accellerato, ma sta a noi smetterla di avere paura di cambiare e di adottarle.

In altri post, Brian Wang parla di una serie di tecnologie che potrebbero avere un effetto di accellerazione dell’economia globale e del benessere delle persone. (1) (2) (3) (4) (5) (6)

Next Big Future: Singularity lite: one to two levels of faster technological change

Staminali ringiovaniscono i muscoli

Per adesso solo dei topi da laboratorio sottoposti all’esperimento, in futuro chi lo sa?

Il gruppo di lavoro di Thomas Rando a Stanford ha scoperto che il sangue di individui anziani continene delle soztanze che inibiscono le cellule staminali e impediscono loro di riparare i danni dei tessuti. Ma di recente un gruppo di Berkeley, che è composto tra gli altri da Irina Conboy un ex-componente del gruppo di Thomas Rando, ha prodotto delle cellule staminali che ignorano i segnali che un corpo anziano usa per segnalare loro di non replicarsi.

I nostri vecchi topolini hanno riacquistato la capacità di riparare i loro tessuti muscolari quasi al livello degli individui giovani e cinque volte maggiore rispetto a quella degli individui anziani.

Il problema è che sopprimere completamente i segnali che impediscono alle cellule staminali di funzionare potrebbe aumentare di molto la possibilità di indurre la comparsa di tumori. Quindi i ricercatori devono trovare un modo per attivare la capacità del corpo di rigenerarsi spontaneamente, senza però che questa sfugga al controllo. Ma un passo alla volta….

FuturePundit: Bioengineered Stem Cells Rejuvenate Muscles In Mice

8 sviluppi a breve termine per lo Spazio

1) Un deposito di carburante in LEO

Sviluppato dalla Boeing. Permetterebbe di amentare da 2 a 17 volte la quantità di materiale che può essere mandata sulla Luna e di ridurre i costi di posizionamento in orbita dei satelliti al livello dei costi di posizionamento in LEO

image

2) Cemento lunare

image

Permetterebbe di ridurre la quantità di materiale da costruzione che è necessario portare sulla Luna di 10 volte. Permetterebbe di costruire un telescopio di 50 metri di diametro in grado di visualizzare i continenti sui pianeti di stelle vicine grazie alla mancanza di una atmosfera che distorce la luce.

3) Razzi di grandi dimensioni e a basso costo prodotti dalla SpaceX e da altri.

La SpaceX sta tentando di abbassare a 500/3200$ il costo di mettere un kg di carico in orbita.

image

4) Le stazioni orbitali gonfiabili e abitabili della Bigelow Aerospace.

image

Potrebbero essere posizionate sia in orbita, nei Punti di Lagrange ed essere le prime stazioni lunari abitate.

5) Il Vasimir.

Un modulo da 200KW è quasi pronto per i test di volo.

image

Un motore Vasimir da 12 MW permetterebbe di arrivare su Marte in 120 giorni e uno da 200 MW in solo 39 giorni. Un veicolo cargo da 1-2 MW permetterebbe di trasferire il 39% del carico dal’orbita terrestre alla Luna.

6) Vela solare elettrica.

image

Permetterebbe di accellerare una navicella di 100 kg fino a 40/100 km/s e di ampliare di molto la possibilità di lanciare sonde all’interno del sistema solare. E se lo sviluppo ha successo le performance potrebbero essere anche maggiori.

7) Virgin Galactic, con lo SpaceShipThree svilupperà la capacità di portare in LEO un carico di passeggeri paganti. Già 200 individui hanno pagato i 200.000$ necessari per essere tra i primi a volare sullo SpaceShipTwo (pari a 40 milioni di $) e 85.000 hanno espresso interesse. Se il costo di un biglietto si riducesse a 100.000 $ 85.000 persone genererebbero entrate per 8,5 miliardi di $. In questo caso lo SpaceShipThree sarebbe pienamente finanziabile dai profitti operativi della Virgin Galactic.

image

8) Satelliti solari in LEO

Questa idea permetterebbe di ridurre di molto il costo iniziale di mettere in orbita dei satelliti solari per la produzione di energia elettrica da ritrasmettere al suolo. Lo Space Island Group sembra essere in grado di testare un sistema di prova entro il 2012 sull’isola di Palau e afferma di voler avere il suo sistema in orbita entro il 2010 per testare la possibilità di trasmettere energia a diverse locazioni della superficie terrestre. La società ha quasi completato il finanziamento di 200 milioni di $ e dichiara di mirare ad un costo di 10 centesimi di $ per KWh e ad un satellite in grado di trasmettere tra 10 e 25 MW di potenza.

Altri sviluppi interessanti all’articolo linkato sotto.

Next Big Future: Top Ten Near Term Developments for Vastly Improved Capabilities in Space