Dimostrata la rigenerazione nei mammiferi dopo la cancellazione di un singolo gene

I ricercatori della Winstar hanno dimostrato la possibilità di rigenerare tessuti e organi perduti da parte dei mammiferi attraverso la inattivazione di un singolo gene conosciuto come p21. La dottoressa Ellen Heber-Katz, Ph.D. è, quindi, riuscita a spiegare il motivo per cui, nel suo laboratorio nel 1996, una linea di topi geneticamente modificati conosciuta come MLR mouse per sviluppare una malattia autoimmune aveva dimostrato capacità rigenerative guarendo ferite all’orecchio senza lasciare alcun segno di cicatrici.

Disabilitando il gene p21 il topo, invece di sviluppare del tessuto cicatriziale produce un blastema, come farebbe un anfibio come una salamandra. Le cellule del blastema sono cellule che ritornano indifferenziate come quelle di un embrione e rigenerano il tessuto, organo danneggiato o mancante. Sebbene sia presto per comprendere a pieno la scoperta, un giorno potrebbe essere possibile accelerare di molto la guarigione dalle ferite disattivando temporaneamente il gene p21. Di grande importanza è il fatto che i topi non hanno dimostrato una particolare suscettibilità ai tumori, in quanto all’aumentata velocità di rigenerazione cellulare corrisponde un incremento dell’apoptosi cellulare (suicidio programmato delle cellule danneggiate).

Sembrerà strano, ma quando i ricercatori hanno deciso di eseguire degli esperimenti su dei topi con il gene p21 cancellato esistevano già topi di questo genere ed erano ampiamente utilizzati in ricerche di laboratorio, ma nessuno aveva notato la loro capacità di rigenerazione. Immagino che siano parecchi a mordersi le mani in questo momento. Il che dimostra anche quanto sia importante nella ricerca vedere quello che si sta guardando. Se Fleming avesse buttato le colture di germi colonizzate dalla muffa non avrebbe scoperto gli antibiotici. Quante scoperte ci sono che stanno sotto gli occhi di ricercatori e aspettano di essere viste? Deve essere proprio vero che le più grandi scoperte scientifiche iniziano non con un esperimento riuscito, ma con uno fallito in modo interessante.

 Wistar researchers have identified a gene that may regulate regeneration in mammals.

Wistar Scientists Demonstrate Mammalian Regeneration Through a Single Gene Deletion

Reblog this post [with Zemanta]
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...