IBM brevetta il ”bullet time” di MATRIX.

Se non sapete che cos’è il “bullet time” forse non avete visto The Matrix; se avete visto il film, allora ricorderete come Neo e gli Agenti riuscivano a scansare le pallottole che venivano sparate contro di loro.

Le truppe USA hanno sistemi montati sugli automezzi che permettono loro di triangolare il punto di provenienza di un proiettile e la sua traiettoria, utilizzando microfoni collegati ad un sistema computerizzato dedicato. Il punto di provenienza del proiettile viene determinato dal sistema prima ancora che il proiettile colpisca il suo bersaglio. In battaglia a questo sistema può venire collegato a sistemi d’arma che sparano automaticamente contro il punto da cui proviene il proiettile.

IBM ha sviluppato un brevetto [1] per fare un basso avanti: se un soldato è collegato al sistema di rilevamento attraverso uno speciale esoscheletro o un sistema di stimolazione muscolare, il sistema può conoscere la posizione di ogni soldato, calcolare chi si trova sulla traiettoria del proiettile e automaticamente stimolare una reazione motoria della muscolatura o dell’esoscheletro per farlo spostare/scansare fuori dalla traiettoria.

Nel frattempo, il DARPA, ha finanziato lo sviluppo di un proiettile calibro .50 guidato che può essere sparato da un fucile da cecchino. Il proiettile riceverebbe le informazioni per modificare la traiettoria e colpire comunque il bersaglio.

 IBM files Matrix style bullet dodging patent | The Firearm Blog

Laser solidi da 100KW

http://money.cnn.com/news/newsfeeds/articles/primenewswire/121811.htm
Northrop Grumman Exceeds All Demonstration Requirements for First
Building Block of Joint High Power Solid State Laser Phase 3 Program

http://advancednano.blogspot.com/2007/06/100-kw-solid-state-lasers-being.html
advanced nanotechnology: 100 KW solid state lasers being assembled

Diventa possibile, con la dimostrazione della Northrop Grumman di poter
costruire i moduli necessari industrialmente, costruire laser di dalla
potenza di 100 KW o superiori. Basta assemblare un numero sufficiente di
questi moduli da 3,3 KW che adesso possono essere prodotti in quantità.

Questo avviene solo 4 mesi dopo la costruzione del primo laser a stato
solido da 67 KW
. Altro che legge di Moore!

Questo permette di produrre laser per applicazioni militari sia
difensive che offensive; ma, anche e sopratutto, di iniziare a
sperimentare lo sviluppo su larga scala di sistemi di lancio che
utilizzino i laser come mezzo di propulsione sia per raggiungere l'orbita che per spostarsi nello spazio tra i vari pianeti.

Per delle descrizioni di questi sistemi:

advanced nanotechnology: Lasers and magnetic launch for cheap launches
within ten years


advanced nanotechnology: Use 67 kilowatt solid state lasers for Mars in
10 days